La fanciulla del west

GIACOMO PUCCINI:

LA FANCIULLA DEL WEST

Opera in 3 atti per 18 voci, coro ed orchestra. Libretto di Carlo Zangarini e di Guelfo Civinini dal dramma The girl of the Golden West di David Belasco.

” La fanciulla del west” dramma d’amore e di redenzione morale in uno sfondo fosco e grandioso di anime e di natura selvaggia.”

  •  CARATTERISTICHE DEI PERSONAGGI PRINCIPALI:

Minnie: la ragazza del campo, padrona del bar “la Polka”. Tipo strano, dolce ed energico, un misto di selvaggio  e di civilizzato, fieramente verginale, forte di braccia e di spirito. (Soprano)

Dick Johnson (Ramerrez) capo della banda spagnola e messicana che ha sparso l’allarme per la contrada. Bell’uomo: circa trent’anni, vio morbido, sano e delicato: aria di gentiluomo, portamento civile, disinvolto, semplice, fiero. ( Tenore)

Jack Rance: sceriffo  ai servigi dell’Unione, ha una faccia pallida e cattiva: capelli neri, baffi neri spioventi, le mani un poco femminee; al dito un grosso diamante. Cinico e sensuale. ( Baritono)

  •   EPOCA: nei giorni della febbre dell’oro (1849-1850)
  •   LUOGO: Un campo di minatori. Ai piedi delle Montagne delle Nubi (Cloudy-Mountains) in California.
  • PRIMA RAPPRESENTAZIONE: New York, Metropolitan Opera House 10 dicembre 1910

Direttore d’orchestra: Arturo Toscanini

Cantanti che presero parte alla “prima” :

Minnie: Emmy Destinn

Dick Johnson: Enrico Caruso

Jack Rance: Pasquale Amato….

Messinscena: Tito Ricordi

L’opera fu composta a Torre del Lago e a Chiatri. E’ dedicata alla Regina Alessandra d’Inghilterra.

Prima rappresentazione in Italia: Roma, Teatro Costanzi 12 giugno 1911

Rappresentazioni memorabili: Firenze. XVII Maggio Musicale Fiorentino. Teatro Comunale, 15 giugno 1954

       Direttore d’orchestra: Dimitri Mitropoulos

      Cantanti: Eleonor Steber (Minnie), Mario Del Monaco (Ramerrez),  

     Gian Giacomo Guelfi (Jack Rance)…

     Regia: Curzio Malaparte

  •  Organico dell’Orchestra:

3 Flauti ed Ottavino, 3 Oboi, Corno Inglese, 3 Clarinetti, Clarone (Clarinetto basso), 3 Fagotti, Controfagotto, 4 Corni, 3 Trobe, 3 Tromboni, Trombone basso, Timpani, Tamburo, Triangolo, Piatti, Grancassa, Glockenspiel, Celeste, 2 Arpe, Violini I, Violini II, Viole, Violoncelli e Contrabbassi. Sul Palco: Arpa (I) , Fonica (macchina del vento)

Quest’opera di Puccini è probabilmente una delle più interessanti sotto l’aspetto armonico. L’influsso di Debussy ed in generale dei fermenti dell’avanguardia musical uropea avevano sicuramente esercitato un notevole fascino sul compositore. Da osservare che gli elementi musicali più arditi di questa partitura erano presenti già in lavori preendenti, come Tosca o nella Butterfly. L’orchestra acquista colori inediti che testimoniano lo sviluppo irrefrenabile della tecnica del musicista toscano. Inoltre la preminenza di voci maschili dona a quest’opera un colore assolutamente inconfondibile.

ASCOLTO:

Ch’ella mi creda libero e lontano

Opera completa

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...