Aida

GIUSEPPE VERDI (1813-1901)

AIDA

Opera in 4 atti, su libretto di Antonio Ghislanzoni, su soggetto di Auguste Mariette.

  • PERSONAGGI PRINCIPALI:

Il Re d’Egitto (basso)

Amneris, sua figlia (mezzosoprano)

Aida, sua schiava etiope (soprano)

Radamès, capitano delle guardie egizie (tenore)

Ramfis, capo dei sacerdoti (basso)

Amonasro, re d’Etiopia, padre di Aida (bar)

Un messaggero (tenore)

Guardie, sacerdoti,  sacerdotesse, funzionari, capitani, soldati egizi, dignitari, schiavi, prigionieri etiopi, popolo egizio (coro)

  • EPOCA: All’epoca del dominio dei Faraoni
  • LUOGO: Menfi e Tebe
  • PRIMA RAPPRESENTAZIONE: Il  Cairo,  Khedivial Opera House 24 dicembre 1871

Direttore d’orchestra: Giovanni Bottesini

Cantanti che presero parte alla “prima”:

Aida: Antonietta Pozzoni Anastasi

Radamès: Pietro Mongini

Amneris: Eleonora Grossi

Amonasro: Francesco Steller …

  • Prima rappresentazione in Italia:  Milano, Teatro alla Scala 8 febbraio 1872

Organico dell’orchestra:

3 flauti (anche ottavino), 2 oboi, corno inglese, 2 clarinetti, clarinetto basso, 2 fagotti, 4 corni, 2 trombe, 3 tromboni, cimbasso, timpani, triangolo, piatti, tam-tam, grancassa, 2 arpe, archi. Sul palco o inernamente: 2 arpe, 6 trombe egiziane, 4 trombe, 4 tromboni, grancassa, banda.

  • TRAMA: Radames, un valoroso capitano egiziano, viene incaricato di contrastare l’invasione dell’esercito nemico etiope. Egli è innamorato di Aida, una schiava etiope, che è combattuta fra l’amore per Radames e l’affetto per il suo popolo. A complicare le cose c’è però Amneris, figlia del faraone anch’essa innamorata di Radames.  
  • Atto II:  Amneris riceve Aida nelle sue stanze, cercando di estorcerle il nome dell’amato Radames, alla fine Aida cede e rivela il suo amore per il prode guerriero.  Amneris, scoperto il suo amore, la minaccia: ella è figlia del Faraone. Con orgoglio Aida dice che anche lei è figlia di re, ma se ne pente ben presto. Risuonano da fuori le trombe della vittoria. Amneris obbliga Aida a vedere con lei il trionfo dell’Egitto e la sconfitta del suo popolo. Radamès torna vincitore. Marcia trionfale. Il faraone decreta che in questo giorno il trionfatore Radamès potrà avere tutto quello che desidera. Arrivano i prigionieri etiopi fra i quali si riconosce il padre di Aida, Amonasro, creduto invece morto durante la battaglia. Radamès per amore di Aida usa l’offerta del Re per chiedere il rilascio dei prigionieri. Il Re offre a lui la mano della figlia e la possibiltà quindi di salire sul trono, libera tutti gli schiavi tranne Aida e Amonasro affinchè il popolo Etiope non cerchino vendetta e tentino una rivolta.
  • Atto III: Il padre di Aida, anch’egli fatto prigioniero, spia un incontro dei due innamorati, durante il quale Radames confida ad Aida il luogo dove l’esercito egiziano attaccherà quello etiope. Egli scopre la vera identità di Amonasro e disperato per avere involontariamente tradito il suo Re e la sua Patria, si consegna prigioniero al sommo Sacerdote, mentre Aida ed il padre riescono a fuggire.
  • Atto IV:  Amneris desidera salvare Radamès, ma lui la respinge. Il suo processo ha luogo, egli non parla in propria difesa, mentre Amneris, invoca pietà dai sacerdoti. Radamès viene condannato a morte per tradimento e sarà sepolto vivo. Amneris maledice i sacerdoti mentre Radamès viene portato via. Aida è riuscita ad entrare nella cripta in cui è anche Radamès, per morire con lui. I due accettano il loro crudele destino, dicendo addio alla loro terra  nel bel duetto finale “O terra addio, addio valle di pianti”, mentre Amneris piange e prega sopra la loro tomba durante le cerimonie religiose .

ASCOLTO: Celeste Aida 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...