Bianca e Fernando (Gernando)

VINCENZO BELLINI:

Bianca e Fernando, opera in due atti su libretto di Domenico Gilardoni tratto dal dramma di Carlo Roti, Bianca e Fernando alla tomba di Carlo IV, duca d’Agrigento.

  • PERSONAGGI:

Bianca (soprano)

Fernando (tenore)

Carlo, duca d’Agrigento, padre di Bianca e Fernando (basso)

Filippo (basso)

Clemente (basso)

Viscardo (mezzosoprano)

Uggero (tenore)

Eloisa (mezzosoprano)

  • EPOCA: tra il XIV e XV secolo
  • LUOGO: Agrigento

Prima rappresentazione: Napoli, Teatro san Carlo 30 maggio 1826

  • TRAMA:Antefatto
    L’ambizioso Filippo ha segretamente rinchiuso in carcere Carlo, duca d’Agrigento, dopo averne usurpato il trono. Fernando, figlio di Carlo, è stato di conseguenza tratto in esilio ancora bambino; mentre Bianca, la figlia, già vedova del duca di Messina e madre del piccolo Enrico, ignorando le trame di Filippo ha accettato di diventare sua moglie. Fernando, ormai adulto, torna in patria col proposito di vendicare il padre, che crede morto.Atto I
    Sotto il falso nome di Adolfo, soldato di ventura, Fernando si presenta alla reggia di Agrigento e offre i suoi servigi al nuovo duca. Adolfo fa sapere a Viscardo, seguace di Filippo, di aver visto morire Fernando. Filippo apprende la notizia con gioia e assolda Adolfo senza esitare, meditando di affidargli il compito di uccidere Carlo.
    Bianca si presenta alla reggia per incontrare il promesso sposo. Qui s’imbatte in Fernando ma, dopo tanti anni, non lo riconosce. Anzi, sospetta di lui. Fernando, dal canto suo, si convince che la sorella sia complice dell’usurpatore.

    Atto II
    Filippo ordina al falso Adolfo di recarsi nelle prigioni per uccidere Carlo, annunciandogli inoltre le imminenti nozze con Bianca. Il vecchio e fidato Clemente informa Fernando che Bianca desidera vederlo. Finalmente fratello e sorella si incontrano a tu per tu. Fattosi riconoscere, Fernando rivela a Bianca le trame di Filippo. I due si recano alla prigione di Carlo per liberarlo, seguiti dai compagni d’armi di Fernando, quando sopraggiunge Filippo, portando con sé il piccolo Enrico e minacciando di ucciderlo se Fernando non si arrenderà. Ma il fido Clemente lo disarma e il tiranno è finalmente spodestato.

  • Seconda versione:Nel 1828 Bellini revisionò l’opera in vista di una ripresa al Teatro Carlo Felice di Genova. Il libretto fu modificato da Felice Romani e da un anonimo poeta milanese. La partitura della nuova versione può essere ricostruita quasi completamente (manca l’allegro della sinfonia) sulla base di varie fonti, incluse le copie della prima versione su cui Bellini annotò le modifiche. Gli interpreti principali furono Adelaide Tosi (Bianca), Giovanni David (Fernando) e Antonio Tamburini (Filippo). L’opera andò in scena il 7 aprile 1828 e anche questa volta l’esito fu ottimo. Nonostante questo, Bianca e Fernando non si stabilizzò in repertorio, soffrendo inevitabilmente il confronto con i lavori successivi.

    Le principali modifiche riguardarono:

    • L’aggiunta del secondo movimento della sinfonia (allegro).

    Atto I

    • La sostituzione della cabaletta della cavatina di Fernando (Ascolta, o padre, i gemiti in luogo di Il brando immergere);
    • La sostituzione della cabaletta della cavatina di Filippo (O contento desiato in luogo di Cessa crudel pensiero);
    • La sostituzione dei versi della cabaletta del terzetto Fernando-Filippo-Viscardo (Col brando di morte in luogo di Tu speri, o superbo);
    • La sostituzione della cavatina di Bianca.

    Atto II

    • La sostituzione dell’assolo di clarinetto con un assolo di flauto nel preludio della romanza di Bianca;
    • L’aggiunta del coro Tutti siam (destinato a passare in Zaira e Norma);
    • L’aggiunta dell’aria di Fernando
    • Parti del terzetto Bianca-Fernando-Carlo
    • L’aggiunta della scena ed aria finale di Bianca in luogo di un più breve pezzo d’assieme.

Ascolto: L’opera in 10 minuti

  • Curiosità: Al suo debutto, al Teatro San Carlo di Napoli il 30 maggio 1826, il titolo fu cambiato in Bianca e Gernando, per un riguardo al principe Ferdinando di Borbone.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...