Almanacco settembre

1 Settembre 1821

il compositore Felix Mendelssohn inizia a Berlino la partitura di “Die wandernden Komödianten”, Singspiel (opera comica) in 1 atto, libretto di Johann Ludwig Casper (da Louis-Benoît Picard)

2 Settembre 1874

il compositore Pjotr Ilich Ciajkovskij (Tchaikovsky) termina a San Pietroburgo la partitura dell’opera fantastica in 4 atti “Kuznets Vakula” (“Vakula il fabbro”, “Wakula der Schmied”, “Schmied Vakula”) op.14 GA.35 CS.4, libretto di, libretto di Nikolaj “Jakov” Vasiljevich Polonskij (da Nikolaj Vasiljevich Gogol: “Noch’ pered rozhdestvom” o “La notte di Natale

3 Settembre 1823

première nel Teatro Nuovo di Napoli di “Il fortunato inganno”, dramma giocoso per musica (opera buffa) in 2 atti di Gaetano Donizetti, libretto di Andrea Leone Tottola (da Carlo Goldoni: “Teatro comico”) {soprani Teresa Melas (Aurelia), Francesca Ceccherini (Fulgenzia) e d’Auzia (Eugenia), mezzosoprano Clementina Grossi (Fiordelisa), tenori Marco Venier (Eduardo) e Raffaele Casaccia (Vulcano), bassi Carlo Casaccia “Casacciello” (Lattanzio), Giuseppe Fioravanti (Ortenzio), Carlo Moncada (Bequadro), Giuseppe Papi (Biscaglino) e Raffaele Sarti (Ascanio)}

 4 Settembre 1879

il compositore Pjotr Ilich Ciajkovskij (Tchaikovsky) termina a San Pietroburgo l’opera in 4 atti “Orleanskaja deva” (“La pulzella d’Orléans”) GA.5/37 CS.6, su suo libretto (da Friedrich Schiller: “Die Jungfrau von Orleans”, traduzione russa di Vasilj Andrejevich Zhukovskij [Joukovsky], modificata da Jules Barbier e Auguste Mermet)

5 Settembre 1840

première (insuccesso) nel Teatro alla Scala di Milano di “Un giorno di regno ossia Il finto Stanislao“, melodramma giocoso in 2 atti e 5 scene di Giuseppe Verdi, libretto di Felice Romani, revisione di Temistocle Solera (da Alexandre-Vincent Pineux-Duval: “Le faux Stanislas”), dirige Eugenio Cavallini (1° violino), scenografia di Baldassarre Cavallotti e D.Menozzi {soprano Antonietta Raineri Marini (marchesa Del Poggio), mezzosoprano Luigia Abbadia (Giulietta Kelbar), tenori Lorenzo Salvi (Edoardo Sanval), Napoleone Marconi (Delmonte) e Giuseppe Vaschetti (conte Ivrea), baritono Raffaele Ferlotti (cavaliere Belfiore/re Stanislao), bassi buffi Raffaele Scalese (barone Kelbar) e Agostino Rovere (La Rocca)}

6 Settembre 1791

premières nel Nostické Národní Divadlo (Gräflich Nostitzsches National-Ständetheater, Teatro Nazionale Nostitz) di Praga di “La clemenza di Tito” K.621, opera seria (dramma per musica) in 2 atti e 31 scene di Wolfgang Amadeus Mozart, libretto di Caterino Mazzolà (da Pietro Metastasio), dirige il compositore {soprani Maria Marchetti-Fantozzi (Vitellia) e Antonina Miklaszewicz (Servilia), contralto “en travesti” Carolina Perini (Annio), sopranista Domenico Bedini (Sesto), tenore Antonio Baglioni (Tito), basso Gaetano Campi (Publio)} e di “Cenerentola”, ballo di mezzo carattere in 3 atti di anonimo, soggetto e coreografia di Filippo Bertini.

7 Settembre 1841

prima rappresentazione nell’Imperiale Real Teatro Carlo Lodovico di Livorno di “L’aio nell’imbarazzo” (“L’aio nell’imbarazzo o Don Gregorio”), opera buffa (melodramma giocoso, 2° versione) in 2 atti di Gaetano Donizetti, libretto di Jacopo Ferretti (da Giovanni Giraud: “Le précepteur dans l’embarras”) {soprani Annunziata Tirelli (Gilda) e Elisabetta [Elisa] Zemiowsky [Zemionski] (Leonarda), tenori Filippo Tati (Enrico) e Valentino Canuti (Don Giulio), bassi buffo Gennaro Luzio (Don Gregorio) e Gaspero Pozzolini (Pippetto)}

 8 Settembre 1777

première nel Teatro di via della Pergola di Firenze di “Medonte, re di Epiro”, dramma per musica (opera seria) in 3 atti di Giuseppe Sarti, libretto di Giovanni de Gamerra {soprani Rosa Agostini Devizzi (Selene) e Antonia Pacini (Zelinda), sopranista Giuseppe Aprile “Sciroletto” (Arsace), tenori Giacomo Panati (Medonte), Silvestro Fiammenghi (Evandro) e Francesco Casini Papi (Talete)}

9 Settembre 1775

première nel Burgtheater (Kaiserl.-Königl.-Nat.-Hoftheater bei der Hofburg) di Vienna di “La finta scema”, opera buffa (commedia per musica) in 3 atti di Antonio Salieri, libretto di Giovanni De Gamerra.

10 Settembre 1851

ripresa nel Teatro Riccardi di Bergamo di “Poliuto” (“I martiri”), opera seria (tragedia lirica, 2° versione) in 3 atti di Gaetano Donizetti, libretto di Adolphe Nourrit e Salvatore Cammarano (da Pierre Corneille: “Polyeucte martyr”), traduzione francese e revisione ritmica di Eugène Scribe, ritraduzione italiana di Callisto Bassi, dirige Giuseppe Bregozzo (1° violino), maestro del coro Francesco Maria Zanchi {soprano Marietta Gazzaniga-Malaspina (Paolina), contralto “en travesti” Clotilde Simiglia (Nearco), tenori Carlo Negrini (Poliuto) e (2°cristiano), baritono Fortunato Gorin (Severo), bassi (Felice), (Callistene) e (1°cristiano)} e replica di “Edvige di Polonia ossia La zingara”, ballo di Tomaso Casati, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Vailati (1° violino), scenografia di Giuseppe Tencalla e Enrico Robecchi {ballerine Rosina Clerici (Odalisa), Elisa Casati (Mirra) e Corinna Casati (Editta), ballerini Tomaso Casati (Alpo) e Davide Viganò (Ladislao)}

11 Settembre 1907
il compositore Nikolaj Andrejevich Rimskij-Korsakov termina a San Pietroburgo la partitura di “Zolotoi petusciok” (“Skazka o Zolotom petushke”, “Il gallo d’oro”, “La favola del galletto d’oro”), opera fiabesca in 1 prologo, 3 atti e 1 epilogo, libretto di Vladimir Ivanovich Bjelhskij (da Aleksandr Serghejevich Pushkin).

12 Settembre 1688
première nel Teatro Comunale del Giglio di Lucca di “Il nuovo giudizio di Paride”, opera di Bernardo Moscheni {soprani (Venere), (Giunone) e (Pallade), tenore (Paride), basso (Mercurio)}

13 Settembre 1807

première nel Teatro di via della Pergola di Firenze di “Tersandro in Eleusi”, opera seria in 3 atti di Sebastiano Nasolini.

14 Settembre 1802
première nel Théâtre des Arts (Opéra, Salle Montansier de la rue Richelieu) di Parigi di “Tamerlan”, opera (1° versione) in 4 atti di Peter Winter, libretto di Étienne Morel de Chédeville (da Voltaire: “L’orphelin de la Chine”)

15 Settembre 1854

première nel Teatro Real del Circo di Madrid di “Los diamantes de la corona”, zarzuela in 3 atti di Francisco Asenjo Barbieri (adattamento da “Les diamants de la couronne”, opera comica in 3 atti e 17 numeri di Daniel-François-Esprit Auber), libretto di Francesc (Francisco) Campródon i Lafont (da Eugène Scribe e Jules-Henry Vernoy de Saint-Georges), dirige il compositore{soprani Carolina Di Franco (Diana) e Clarice Di Franco (Catalina), tenori comico Vicente Caltañazor (conde de Campomayor) e Manuel Sanz (marqués Sandoval-Don Henrique), baritono Ramón Cubero (Don Sebastián), bassi Joaquín López Becerra (Rebolledo) e Carlos María Marrón (Antonio-Barbarigo), recitante Felipe Díaz (Muñoz)}

16 Settembre 1770

première nell’Eszterháza Theater di Süttör (Eisenstadt/Kismarton, Burgenland) di “Le pescatrici” (“Die Fischerinnen”) Hob.XXVIII/4, dramma giocoso in 3 atti di Franz Joseph Haydn, libretto di Carlo Goldoni, revisione di Karl Friberth {soprani Maria Magdalena Spangler-Friberth (Lesbina) e Barbara Fux-Dichtler (Nerina), contralto Gertruda Cellini (Eurilda), tenori Leopold Dichter (Burletto-Burlotto) e Karl Friberth (Frisellino), bassi Christian Specht (Lindoro) e Giacomo Lambertini (Mastricco)}

17 Settembre 1708

première nei giardini del Palazzo Vicereale di Lima di “El mejor escudo de Perseo”, opera mitologica di Roque Ceruti, libretto del marchese di Castelldosríus.

18 Settembre 1672

première nel Convento di Donna Regina di Napoli di “La colomba ferita”, opera sacra (di S. Rosalia) di Francesco Provenzale, libretto di Giuseppe Castaldo.

19 Settembre 1840

il compositore Richard Wagner termina a Parigi la partitura del 5° atto di “Cola Rienzi, der letzte der Tribunen” WWV.49, grand-opera tragica in 5 atti, su suo libretto (da Edward George Bulwer-Lytton e Mary Russell Mitford)

20 Settembre 1726

première nel Théâtre de la Foire Saint-Laurent (Opéra-Comique) di Parigi di “Les comédiens corsaires”, commedia in musica (opera comica, prologo) in 1 atto di Jean-Claude Gillier, libretto di Louis Fuzelier.

21 Settembre 1751

première (per la nascita del duca di Borgogna) nell’Académie Royale de Musique et de Danse (Opéra, Grande Salle du Théâtre du Palais-Royal) di Parigi di “Fragments”: “Les génies tutélaires”, divertimento-balletto in 1 atto di François Francœur e François Rebel, libretto di François-Auguste Paradis de Moncrif e “La guirlande, ou Les fleurs enchantées” RCT.42A, atto di balletto (1° versione) di Jean-Philippe Rameau, soggetto di Jean-François Marmontel {haute-contre Pierre Jélyotte (Myrtil), soprano Marie Fel (Zélide), basso (Hylas), ballerine Marie-Anne Cupis “la Camargo” (Zélide) e Teresa Vestris (Rose), ballerino Gaetano Vestris (Myrtil)} e ripresa di “Les sauvages”, 4° entrée di “Les Indes galantes” RCT.44D, opera-balletto (balletto eroico, 4° versione) in 1 prologo (“Le palais d’Hébé”) e 4 entrées (1.”Le turc généreux”, 2.”Les Incas du Pérou”, 3.”Les fleurs, fête persane”, 4.”Les sauvages”) di Jean-Philippe Rameau, libretto di Louis Fuzelier, coreografia di M.Blondy {soprano (Zima 4°entrée), tenori (Damon 4°entrée) e (Adario 4°entrée)}

22 Settembre 1936

ripresa nel Teatro Donizetti di Bergamo di “Mignon”, opera lirica (2° versione) in 3 atti e 5 quadri di Ambroise Thomas, libretto di Jules Barbier e Michel Carré, dirige Franco Ghione, maestro del coro Roberto Benaglio, regia di Domenico Messina, scenografia di Enzo Cellini e Girò {soprano leggero coloratura Teresa Buganelli (Filina) e buffo “en travesti” Jole Jacchia (Federico), mezzosoprano coloratura Gianna Pederzini (Mignon), tenori leggero Christi Solari (Guglielmo Meister) e Nello Palai (Antonio), baritoni Ottavio Serpo (Giarno) e Aristide Baracchi (Laerte), basso Luigi Rossi Morelli (Lotario)}

23 Settembre 1777

première nell’Académie Royale de Musique et de Danse (Opéra, 2° Salle du Théâtre du Palais-Royal) di Parigi di “Armide”, tragedia lirica (dramma eroico per musica) in 5 atti e 1 balletto di Christoph Willibald Gluck, libretto di Philippe Quinault (da Torquato Tasso: “Gerusalemme liberata”), dirige Louis-Joseph Francœur, coreografia di Jean-Georges Noverre {soprani drammatico Marie-Rosalie Levasseur (Armide), LeBourgeois (Phénice), Châteauneuf (Sidonie), Anne-Marie-Jeanne Gavaudan “l’aînée” (Lucinde/naïade) e (debutto) Antoinette Cécile de Saint-Huberty (Mélisse/Plaisir/bergèrette), contralto Céleste [Célestine] Durancy (Haine), tenori Joseph Legros (Renaud), buffo Thirot (Artémidor) e lirico Étienne Lainez (chevalier danois), bassi eroico Nicolas Gélin (Hidraot), lirico Henri Larrivée (Ubalde) e Georges Durand (Aronte), ballerine Guimard e Hasselin, ballerini Gaetano Vestris e Pierre Gabriel Gardel}

24 Settembre 1801

riprese nel Théâtre Feydeau de la Comédie-Italienne (Opéra-Comique, Théâtre de Monsieur de la rue Feydeau) di Parigi di “La mélomanie”, opera comica (2° versione) in 1 atto di Stanislas Champein, libretto di Charles Georges Thomas Garnier [Grenier] {soprani (Élise) e (Lisette), tenori (Saint-Réal-Fugantini), (Crispin), (Crisanthe) e (notaire), baritono (Géronte)} e di “Annette et Lubin”, opera comica in 1 atto di Johann Paul Aegidius Schwartzendorf “Jean-Paul Égide Martini”, libretto di Marie-Justine-Benoîte Duronceray-Favart, Claude-Henri-François Fusée de Voisenon e Jean-Baptiste Lourdet de Santerre, revisione di Charles-Simon Favart.

25 Settembre 1800

première nel Teatro San Luca di Venezia di “Una cosa strana o Amor semplice”, opera buffa in 1 atto di Giuseppe Farinelli, libretto di Giuseppe Maria Foppa

26 Settembre 1835

première (successo) nel Real Teatro San Carlo di Napoli di “Lucia di Lammermoor”, melodramma tragico (1° versione) in 3 atti (parte 1° “La partenza”: 1 atto, parte 2° “Il contratto nuziale”: 2 atti) e 7 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Salvatore Cammarano (da Walter Scott: “The Bride of Lammermoor”, da Giuseppe Balocchi “Le nozze di Lammermoor”, da Callisto Bassi & da Pietro Beltrame: “La fidanzata di Lammermoor” e da Victor-Henry-Joseph-Brahain Ducange), dirige Nicola Festa, scenografia di Antonio Niccolini {soprano drammatico coloratura Fanny Tacchinardi-Persiani (Lucia), mezzosoprano Teresa Zappucci (Alisa), tenori lirico Gilbert-Louis Duprez (Edgardo), lirico Anafesto [Teofilo] Rossi (Normanno) e lirico-eroico Achille Balestracci/Gioacchini (Arturo Buklaw), baritono lirico Domenico Cosselli (Enrico Ashton), basso serio Carlo Porto-Ottolini (Raimondo)}

27 Settembre 1732

première nel Teatro dei Fiorentini di Napoli di “Lo frate ‘nnammurato”, opera buffa (“commeddeja pe mmuseca”, 1° versione) in 3 atti (con l’intermezzo “introduzione al ballo”) di Giovanni Battista Pergolesi, libretto in dialetto di Gennaro Antonio Federico {soprani Marianna Ferrante (Nena), Margherita Pozzi (Vannella), “en travesti” Teresa Passaglioni (Ascanio) e Maria Morante/Virginia Gasparrini (Cardella), contralti Teresa De Palma/Maria Caterina Negri (Nina) e Rosa Gherardini (Luggrezia), tenori Gian Battista Ciriaci (Carlo), Girolamo Piani (Don Pietro) e (schermidore), basso Giacomo D’Ambrosio (Marcaniello)}

28 Settembre 1799

prima rappresentazione nell’Ermitazhnij Teatr Zimnevo Dvortsa (Teatro dell’Ermitage nel Palazzo d’Inverno) di San Pietroburgo di “Alessandro nell’Indie”, dramma per musica (opera seria) in 3 atti di Giovanni Paisiello, libretto di Pietro Metastasio (da Quinto Curzio Rufo: “Historiae Alexandri Magni”, dall’abbé Claude Boyer: “Porus ou La générosité d’Alexandre” e da Jean Racine: “Alexandre le Grand”) {soprano (Cleofide), contralto (Erissena), contraltisti (Poro) e (Gandarte), tenore (Alessandro Magno), basso (Timagene)}

29 Settembre 1968

première (per le Berliner Festwochen) nella Deutsche Oper (Akademie der Künste) di Berlino di “Odysseus” (“Ulisse”), opera in 1 prologo, 2 atti e 13 scene (episodi) di Luigi Dallapiccola, libretto del compositore (da Omero: “Odissea”), traduzione tedesca di Carl Heinrich Kreith, dirige Lorin Maazel, regia di Gustaf Rudolf Sellner, scenografia di Fernando Farulli, maestro del coro Walter Hagen-Groll {soprani Annabelle Bernard (Kalypso/Penelopes), leggero Catherine Gayer (Nausikaa), drammatico Hildegard Hillebrecht (Antikleia) e Helga Wisniewska (2°Magd), contralti “en travesti” Barbara Scherler (Tälemakus-Lotophagus), Gitta Mikes (1°Magd) e Jean Madeira (Kirke/Melantho), tenori Helmuth Melchert (Demodokos/Theiresias), leggero Karl-Ernst Mercker (Eurimachos) e Loren Driscoll (Eumaios), baritoni Erik Saedén (Odysseus), leggero José van Dam (Peisandros) e Ernst Krukowski (Antinoos), basso Victor von Halem (König Alkinoos)}

30 Settembre 1863

première nel Théâtre-Lyrique du Châtelet di Parigi di “Les pêcheurs de perles”, opera comica in 3 atti di Georges Bizet, libretto di Pierre-Étienne Piestre “Eugène Cormon” e Michel Carré (da Octave Sachot: “L’île de Ceylan et ses curiosités naturelles”), dirige Louis-Michel-Adolphe Deloffre, regia di Léon Carvalho {soprani Léontine De Maësen (Léïla) e (prêtresse), tenore Giuseppe “François” Morini (Nadir), baritono Jean-Vital Jammes “Ismaël” (Zurga), bassi Prosper Guyot (Nourabad) e (chef-pêcheur/prêtre)}

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...